Rubriche

di Redazione DtA –

Ci piace iniziare il 2021 con una prima rubrica denominata “Collage”, che sarà inaugurata e coordinata da un sostenitore, Giorgio Santacaterina, nostro caro amico, oltre che presidente della nostra associazione, il Gsm San Giorgio Odv.

Il significato del termine rubrìca risale all’antichità e vi sono molte definizioni, a seconda dell’uso. Un suo significato è “ocra rossa” (terra rossa). Nell’arte libraria antica, è la terra rossa usata per tingere l’asticella centrale del volume (umbilicus), la custodia di esso e l’index, cioè la strisciolina di pergamena pendente dal rotolo papiraceo e contenente il nome dell’autore e il titolo, e inoltre per scrivere le prime lettere, il titolo dei capitoli, le segnature e i richiami. Tale uso, continuato nei libri a stampa, è ora limitato ai libri liturgici. Ma noi scegliamo di restare in quest’ambito e di rifarci ad un uso anche recente, collegato ai nostri programmi di pubblicazione. Ecco allora la “sezione” di una pubblicazione periodica o di un programma radiotelevisivo o mediatico dedicata a uno stesso argomento o settore particolare d’informazione…

Buona lettura!

.

Fonti: https://www.treccani.it/enciclopedia/


Mask to mask: c’é il Covid-19, e allora?

Redazione DtA


L’esperienza di incontrare ed ascoltare le persone, ha portato noi del Punto d’Incontro San Giorgio, nell’ambito dell’ormai consolidato “progetto DIMMItiASCOLTO”, ad una continua verifica del servizio offerto.

A partire da quanto stiamo vivendo in questo particolare 2020, si è affermata l’idea, che oggi si sta rafforzando, di “esserci” sempre e comunque, come centri di ascolto e di in-formazione.

Ecco perché, nella scorsa primavera, si è deciso di integrare il nostro “servizio alla persona” con l’inserimento di modalità di counselling, e, per necessità, proponendo anche colloqui e incontri online, con ricorso a varie piattaforme utili.

Oggi la nostra attività avviene per le attività di “ascolto – condivisione – counselling“, sia online sia in presenza.

Nel secondo caso l’attività vis à vis avviene nel pieno rispetto della normativa pro-tempore in essere, e, in ogni circostanza, con la massima cautela. Ergo mask to mask!

Gli incontri e i colloqui che si stanno svolgendo in presenza, e che speriamo di poter svolgere costantemente in futuro, oggi prevedono: sanificazione ambienti precedente e successivo all’incontro, igienizzazione mani, utilizzo delle mascherine, nessun contatto personale e un adeguato distanziamento fisico, il tutto in un approccio di reciproco rispetto.

Stiamo programmando, con l’aiuto della nostra associazione e di altre associazioni partner, di proporre anche specifiche iniziative, al fine di raggiungere più persone, per offrire occasioni di compagnia, condivisione, ascolto reciproco, fiducia e speranza.

Una prima iniziativa, che deriva dalla rimodulazione di un precedente servizio, è denominata “Ora mi sento meno sola” e partirà il 26 novembre p.v.

L’iniziativa si rivolge alle persone che si sentono sole, e che, magari, sono anche sprovviste di internet o non lo sanno usare. Più sotto la relativa locandina, piuttosto significativa.

.

Locandina della nuova iniziativa – Si ringraziano la modella Anna Maria Pamato – la fotofrafa Elisa Pasin – la grafica e creativa Annamaria Sudiero

Ecco Agosto …

di Redazione DtA

E venne Agosto, mese di vacanze.

Il 2020 si è subito presentato come un anno molto particolare, con cambiamenti nelle usuali abitudini personali e collettive, in seguito alle necessarie ed imposte restrizioni legate alla nota pandemia. Purtroppo non è finita qui, anzi.

Di certo i nostri stili di vita hanno rilevato forti scosse con inevitabili crolli e demolizioni di quanto ritenevamo acquisito.

La pandemia ha disseminato una moltitudine di criticità, spesso in reciproco e aperto contrasto tra loro, con successive e rilevanti conseguenze dalla difficile risoluzione.

Potremmo discutere a lungo se “mascherine sì o mascherine no”. Ma il tema vero è un’altro.

In fatti, oggi, c’è da scegliere tra mettersi in stand by, attendere gli sviluppi futuri, vedere che accade, come moltissimi stanno facendo o ci inducono a fare; oppure prendere in mano la propria situazione e fare qualcosa per sé e per gli altri.

Noi, consapevoli dei rischi e dei possibili rimedi, siamo per la seconda prospettiva.

E siamo anche ben coscienti che le vacanze 2020 saranno per tutti inconsuete.

Molti avranno la fortuna di potersi fermare per una pausa positiva di ricarica fisica, mentale e spirituale. Moltissimi, e sono nei nostri pensieri, lo vorrebbero, ma per motivi diversi non lo potranno fare, perché, semplicemente, non possono permetterselo.

Bene, noi saremo anche in Agosto presenti sia con i nostri spazi organizzati dei centri di ascolto, sia online che in presenza, sia con questo nostro blog, che grazie all’apporto dei social e del passaparola si sta diffondendo bene.

Per contattarci e prendere appuntamento rimane attivo il n. 333 4012669.

Circa il blog, che di solito sospendeva le sue uscite nella fase estiva, esso prevede diverse pubblicazioni in questo mese con riferimento ai temi emergenti quali il valore della “vacanza”, il valore dell’”ascolto”, il valore “counselling” quale relazione d’aiuto.

Iniziamo già in settimana con un contributo di Beatrice, a seguire Gianni e poi diversi contributi della Redazione DtA.


Foto Pixabay: Estate Beach

L’Altro – la Fragilità – l’Aiuto.

Una nuova stagione.

Oggi, in molte parti del mondo, il nostro compreso, si riaffacciano con maggior vigore vere e proprie persecuzioni contro le persone, donne e uomini, in paesi nei quali si è in pericolo per il solo fatto di appartenere ad una specifica identità culturale, religiosa, ma anche per essere di una etnia diversa dalla nostra oppure per avere un pensiero distinto da quello espresso dalla massa. Ed è un mondo, il nostro, in cui spesso siamo chiamati a scegliere da che parte stare. Non sembra contare più se abbiamo una storia oppure se siamo passati per esperienze tragiche che le nuove generazioni – probabilmente – non immagineranno più.

Non possiamo dare ai cosiddetti social la responsabilità delle azioni divisive. Essa appartiene ad ognuno di noi. Anche se è ben evidente a tutti che i sempre più diffusi strumenti della rete sono sempre di più armi per colpire l’altro, senza se e senza ma, e il simulmondo è divenuto spazio ampio, anzi illimitato, in cui esprimere soprattutto il proprio malessere, oltre che per lanciare veleni.

E’ in questo contesto che riprendiamo la nostra comunicazione attraverso il blog.

Ci siamo incontrati come redazione, abbiamo riflettuto e abbiamo deciso di dare avvio ad una nuova stagione che – a parte gli aspetti formali e grafici – esprimerà nuovi contenuti connessi ai bisogni chiave per il mondo d’oggi.

Vorremmo essere di stimolo per i nostri volontari, professionisti e studenti dei nostri gruppi d’aiuto-centri di ascolto e degli associati e simpatizzanti della nostra associazione madre. Ma vorremmo essere di stimolo anche per tutti quei lettori che potranno trovare in questo spazio riflessioni, contributi utili e nuovi modi di vedere.

Ma che cosa “è necessario” per noi e per gli altri?

Quale ascolto, quale pratica ci permetteranno di ridare senso alle nostre vite?

Le nostre riflessioni ci hanno portato a scegliere di confrontarci spesso per mantenere la barra al centro da un lato e per concentrarci su alcuni temi chiave dall’altro.

Lo faremo ancora persona a persona, gruppo a gruppo, ma lo faremo anche qui quale spazio web destinato ad illuminare quanto di più importante caratterizza il rapporto umano.

I temi saranno essenzialmente tre, in questa ripartenza:

– l’Altro

la Fragilità

l’Aiuto.

Buona lettura.

.

La Redazione DTA

 

photomontage-1768409_960_720

.