Mask to mask: c’é il Covid-19, e allora?

Redazione DtA


L’esperienza di incontrare ed ascoltare le persone, ha portato noi del Punto d’Incontro San Giorgio, nell’ambito dell’ormai consolidato “progetto DIMMItiASCOLTO”, ad una continua verifica del servizio offerto.

A partire da quanto stiamo vivendo in questo particolare 2020, si è affermata l’idea, che oggi si sta rafforzando, di “esserci” sempre e comunque, come centri di ascolto e di in-formazione.

Ecco perché, nella scorsa primavera, si è deciso di integrare il nostro “servizio alla persona” con l’inserimento di modalità di counselling, e, per necessità, proponendo anche colloqui e incontri online, con ricorso a varie piattaforme utili.

Oggi la nostra attività avviene per le attività di “ascolto – condivisione – counselling“, sia online sia in presenza.

Nel secondo caso l’attività vis à vis avviene nel pieno rispetto della normativa pro-tempore in essere, e, in ogni circostanza, con la massima cautela. Ergo mask to mask!

Gli incontri e i colloqui che si stanno svolgendo in presenza, e che speriamo di poter svolgere costantemente in futuro, oggi prevedono: sanificazione ambienti precedente e successivo all’incontro, igienizzazione mani, utilizzo delle mascherine, nessun contatto personale e un adeguato distanziamento fisico, il tutto in un approccio di reciproco rispetto.

Stiamo programmando, con l’aiuto della nostra associazione e di altre associazioni partner, di proporre anche specifiche iniziative, al fine di raggiungere più persone, per offrire occasioni di compagnia, condivisione, ascolto reciproco, fiducia e speranza.

Una prima iniziativa, che deriva dalla rimodulazione di un precedente servizio, è denominata “Ora mi sento meno sola” e partirà il 26 novembre p.v.

L’iniziativa si rivolge alle persone che si sentono sole, e che, magari, sono anche sprovviste di internet o non lo sanno usare. Più sotto la relativa locandina, piuttosto significativa.

.

Locandina della nuova iniziativa – Si ringraziano la modella Anna Maria Pamato – la fotofrafa Elisa Pasin – la grafica e creativa Annamaria Sudiero

E’ il momento di accendere energie positive

Redazione DIMMItiASCOLTO


Nel tempo della pandemia, il nostro Servizio alla Persona è “acceso” sia online sia in presenza (nel rispetto delle norme anti-covid).

Si opera su appuntamento valorizzando lo spazio di incontro e dialogo in cui affrontare se stessi di fronte ai temi esistenziali e allenarsi all’auto-aiuto.

E’ disponibile il numero 333 401 26 69.

(nella foto di repertorio: alcune Volontarie dell’Ascolto)

“In presenza”

Ascolto e Counselling da oggi 22 giugno sarà attivo “non soltanto Online“, ma anche “in presenza“. Nel rispetto delle indicazioni normative vigenti anti Covid19, si potranno fissare appuntamenti presso la sede di Thiene (Vi).

Siamo grati per la collaborazione del Comune di Thiene, nonché per il sostegno dell’ULSS7 e del Centro di Servizio per il Volontariato di Vicenza.

Per appuntamenti e informazioni è disponibile il n. 333 4012669.

Ma di cosa stiamo parlando? Ecco qui sotto alcuni spunti.


Locandina originale perfezionata da Annamaria, Egle e Gianni

Ecco il Team di “progetto…”

Ecco il Team di “progetto DIMMItiASCOLTO”. Ascolto e Counselling.

Persone che credono nel Counselling come insieme di tecniche e abilità per l’Aiuto alla Persona.

Counsellor professionisti e in formazione: Anna – Daniela – Egle – Vania – Gianni.

Cinque Persone che si mettono a disposizione dell’Altro

ONLINE

Oggi 11 maggio inizia una nuova avventura, diventiamo:

progetto DimmiTiAscolto

e soprattutto da oggi siamo anche “online“.

Grazie alla sinergia tra la nostra associazione Gsm San Giorgio Odv (Schio – Vi) e l’Associazione culturale Dea Mundi (Thiene – Vi) si è dato avvio ad uno sviluppo del servizio di ascolto e condivisione in essere dal 2012.

Nel concreto, per rispondere all’impossibilità di incontrarsi di persona, si è deciso di attivare il servizio di ascolto e counselling gratuito DimmiTiAscolto online.
Se ti senti solo, oppure i problemi e le difficoltà sono amplificati dall’isolamento forzato, o magari l’ansia o la paura ti impediscono di trascorrere bene le tue giornate chiama il numero 333 4012669, oppure invia un messaggio. Ti verrà fissato un appuntamento per una videochiamata con skype o whatsapp.
Potrai parlare con un operatore qualificato e formato nelle relazioni d’aiuto.

Redazione DTA

Cover

L’importanza del dialogo

E’ importante la dimensione del dialogo. Ecco che in un momento di “ripartenza” delle nostre attività, ma soprattutto delle riflessioni sulle nostre attività, rivolte all’aiuto, diviene fondamentale dare spazio all’ascolto di noi stessi, degli altri e quindi al dialogo.

La parola “dialogo” deriva dal greco ed è composta da due elementi: “dia” e “logos”. “Logos” significa ragione, significato, e anche semplicemente parola. “Dia” significa “in mezzo a” o “a mezzo a mezzo”. Quindi dia-logos vuol dire che ragione o significato non sono il monopolio di una parte ma affiorano nel rapporto o nella comunicazione tra parti o agenti. Il logos qui è un logos condiviso e dipende in maniera cruciale dalla partecipazione di diverse o molte persone (Fred Dallmayr).

E’ quello che proveremo a fare con un primo evento (due incontri) per ora rivolto agli operatori volontari del nostro centro.

Redazione DTA

Dialoghi sullAiuto 1 bis


 

 

 

Centro di primo ascolto per tutta la comunità

IMG_20171015_145821
522714_309900439120836_1443627974_n

Il prossimo mese di dicembre saranno passati cinque anni dall’inaugurazione del Punto d’Incontro San Giorgio, centro di primo ascolto, gestito da un gruppo di circa venti volontari che aderiscono alla locale associazione di volontariato sociale San Giorgio Onlus. L’attività prevede spazi di primo ascolto presso la canonica di Poleo (Schio – Vi) non più in uso al parroco, e presso il vicino centro civico, nonché presso altre realtà vicine. Se necessario, come già avvenuto in questi anni, viene offerto aiuto anche dedicando spazi specifici, riguardanti in particolare “temi economici”, “studio e lavoro”, “volontariato” e “temi esistenziali”. In quest’ultimo caso con attività di counselling.

La foto riportata vede la partecipazione di diversi membri della comunità in occasione della inaugurazione (8 dicembre 2012). Il volantino “non sono più sola” riguarda la campagna in corso verso le persone della terza età e i loro familiari (nel quartiere permane una elevata componente di persone sole e spesso anziane e malate).

Altre foto e informazioni sul presente blog.

Solo? Sola?

Dov’è la solitudine? Cos’è la solitudine? È una condizione fisica (nessuno ci chiama, nessuno ci sta vicino) o una condizione dell’anima?

Ho affrontato altre volte questo tema, consapevole che la solitudine è condizione essenziale per una crescita profonda e per entrare in contatto con il dolore, la rabbia, la paura, emozioni che hanno un posto dentro ciascun uomo.

Ci sono situazioni in cui ci si sente profondamente soli.

(Mauro Cason)

(brano tratto da “Uomini soli” – https://maurocasonscrittore.wordpress.com/)

.

Talvolta è sufficiente che qualcuno ti ascolti, con l’attenzione del cuore, e si ricomincia a vivere.

IMG_20171015_145821

Grazie al Gruppo di Coordinamento e a Elisa (ideazione e foto), Annamaria&Annamaria (cura della grafica&modella).