Calligrafiamo

di Gianni Faccin –

Si impara con la pratica. Che si tratti di imparare a danzare facendo esperienza di ballo, oppure imparare a vivere facendo esperienza di vita, il principio non cambia. In alcuni campi si diventa atleti di Dio.

Come per la danza lo stesso è per la lettura e per la scrittura. Solo che tutto gira intorno alle parole.

Sullo scrivere va fatto un inciso. E in particolare sulla calligrafia.

Prendendo in mano la Treccani troviamo che calligrafare, verbo non molto usato, significa mettere in calligrafia, in bella scrittura. In passato si usava per spiegare l’atto di scrivere o trascrivere in bella scrittura, regolata e armonica, secondo determinati modelli o secondo i canoni formali della scrittura.

Non scriviamo più come un tempo, penna-carta-calamaio. Ma nemmeno più con la penna Bic. Salvo casi rari usiamo moltissimo lo smartphone, il tablet, il computer, ecc. Spesso non prendiamo appunti, ma registriamo con il cellulare.

Tutto bello e comodo, ma stiamo abbandonando una modalità che mette in moto il nostro cervello. La nostra mente tende e divenire sempre più una “mente estesa” nella fusione sempre più crescente tra mente umana e menti artificiali.

Ed è veramente il caso di rivalutare lo scrivere.

Si dice che la scrittura rappresenti la parte inconscia della nostra personalità: saper interpretare la propria calligrafia e quella degli altri dovrebbe aiutarci a capire meglio noi stessi ma anche chi ci sta intorno. Dalla scrittura si possono evincere aspetti del carattere come l’essere espansivi o chiusi con il mondo che ci circonda, oppure se siamo ansiosi o pazienti. Da qui scaturisce l’importanza della grafologia, che è una disciplina abbastanza complessa che richiede anni di studi per essere compresa al meglio e per poter essere utilizzata.

A mio avviso, da tutto questo, discende innanzitutto la necessità di lavorare su di noi stessi per conoscerci meglio, ancor prima di ambire a conoscere gli altri.

Fu un caso che, anni fa, mi sottoposi all’esame calligrafico, ricavandone elementi molto interessanti per un autoesame. Ne ottenni “scoperta, scoperta e ancora scoperta”.

Non è un caso che continuo tutt’oggi ad esaminare il mio approccio alla scrittura sia con penna su carta sia su tastiera o smartphone. Ma credo che sia fondamentale guardare alla scrittura tradizionale, che, ne sono convinto, influenza decisamente ogni altra forma conseguente e digitale.

Credo che sia un obiettivo raggiungibile, ma decisamente importante, riuscire a vivere appieno e in modo consapevole il “momento scrivente”.

L’ho provato di recente con l’aiuto di una brava facilitatrice e mi sono accorto come sia possibile cogliere il momento se si riesce a non aver fretta e a non essere vittime della eccessiva competitività o delle proprie aspettative.

Si tratta di ” vivere” nel senso di esistere, lasciando spazio alla libera circolazione delle proprie emozioni.

Come scrisse una nota coreografa: “Per provare emozione o semplicemente per esistere, bisogna saper cogliere la novità assoluta di ogni istante. Bisogna permettersi di percepire la sensazione di essere vulnerabili. Può darsi che ciò che vediamo non ci piaccia, ma questo non ha importanza. Non sempre si deve giudicare, bisogna invece che ciò che percepiamo ci colpisca, ci emozioni, bisogna che il corpo sia vivo“(*).

.

Citazione: Martha Graham, coreografa e ballerina

Immagini by Pixabay: Ballerina (sotto) e Scrittura (in evidenza)

Ispirazione: Fania Borin, maestra d’arte e art-counsellor

Riferimenti nel testo (*): frasi di Martha Graham dal testo DANZA aforismi e citazioni di Sara Zuccari – edito dalla Fondazione L. Massine)

Spunti: da incontro 1 e 2 del Laboratorio “Coinvolgersi senza perdersi” del 5 e 26 maggio 2021 a cura di Gsm san Giorgio e progettoDIMMItiASCOLTO


Pubblicato da progetto DIMMItiASCOLTO

Centri di ascolto e di cultura - emanazione Gsm San Giorgio Odv

2 pensieri riguardo “Calligrafiamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: